star trucco permanente labbra

Le star che hanno scelto il trucco permanente alle labbra

Il trucco permanente alle labbra è estremamente in voga anche tra le star. Ecco quelle che lo hanno scelto e come ha migliorato il loro look!

Il trucco permanente alle labbra è uno degli interventi più richiesti per chi desidera sfoggiare quotidianamente un trucco ineccepibile, senza bisogno di ritocchi quotidiani. Questo tipo di make-up è studiato per illuminare il volto, correggere piccoli difetti o imperfezioni e garantirti una base colore naturale da valorizzare con il gloss a tuo piacimento. Ecco le star che hanno scelto questo trattamento e i loro best look!

star trucco permanente labbra

Angelina Jolie

Dopo il microblading e la trasformazione delle sue sopracciglia, Angelina Jolie ha scelto il trucco permanente anche per le sue labbra. L’effetto è filler, definito e delicato al tempo stesso, anche grazie alla scelta delle nuance pescate, che contribuiscono a illuminarle il volto e ringiovanire notevolmente il suo aspetto. Oltre a sposarsi perfettamente con l’incarnato, il colore del suo trucco permanente è ideale per qualsiasi situazione, dai contesti informali ai red carpet, mantenendo sempre un effetto sensuale e naturale.

star trucco permanente labbra

Kylie Jenner

Una delle Kardashian più amata e seguita, soprattutto quando si parla di make-up. Kylie Jenner ama sottoporsi a trattamenti estetici in grado di valorizzare i suoi lineamenti ed è esattamente ciò che ha fatto per valorizzare il profilo delle sue labbra. Il colore base è un nude che lei spesso ama valorizzare con rossetti e matite per le labbra matte per potenziarne un effetto.

star-trucco-permanente-labbra-2

Megan Fox

Anche Megan Fox ha scelto il trucco permanente per le sue labbra. La colorazione base è di un nude rosato in grado di valorizzarne non solo la naturalezza, ma il profilo morbido e sensuale.

Vuoi scoprire di più sul trucco permanente alle labbra e prenotare un primo consulto per scoprire come valorizzare le tue? Contattami!

About the author: Michele